Da una inglese del 2007, una Triumph Bonneville T100, il team parigino di Clutch Custom, giovane officina parigina di proprietà di Willie Knoll, specializzata nella realizzazione di customizzazioni e di parti speciali, ha realizzato questa special dalla linea molto essenziale.

I lavori sono partiti dal telaio che è stato accorciato; inoltre, la parte anteriore e inferiore del telaio è stata ricostruita per togliere il radiatore dall’anteriore e aggiungere il raffreddamento interno dell’olio. La forcella arriva poi da una Triumph Trophy; la moto è stata così abbassata di poco meno di 25 mm al posteriore e poco più di 35 mm all’anteriore. Sono stati poi sostituiti i cerchi che sono ora Excel: davanti da 19 pollici (arriva da una Yamaha XS650), mentre dietro un 18” che ha costretto a modificare il forcellone per ospitare il cerchio dal maggior diametro.

Entrambe le ruote montano gomme Coker Diamond. Clutch Custom ha poi dovuto ordinare un disco dei freno per l’anteriore (è una delle poche componenti che non fabbricano in casa). Ma il cambiamento più evidente ha interessato il serbatoio sostituito da uno realizzato a mano. Altri pezzi realizzati a mano sono il tappo del serbatoio, le pedane e i parafanghi anteriore e posteriore. Sono quindi state montate luci di marcia più discrete, mentre tutto il sistema elettrico è composto da componenti Motogadget, tutti nascosti sapientemente.

Il motore originale è stato ricostruito, dotato dei coperchi di Speed Merchant: ora gira con filtri K&N, collettori di scarico fatti a mano e un terminale Spark. I francesi hanno poi ridipinto in nero l’intero motore (compresi i nuovi coperchi).