La W800 è un tributo alla leggendaria W1, il primo modello Kawasaki nato ben 45 anni fa. Ogni anno la Casa di Akashi realizza una versione Special Edition della sua classic bike, caratterizzata da una personalità ancor più spiccata. Le SE 2014 non fa eccezione a questa tradizione della Casa nipponica: colore nero in abbondanza cui si contrappone l’acceso arancione di alcuni dettagli su serbatoio, plastiche e cerchi.

La Special Edition 2014 della W800 è in vendita a 8.730 euro (300 in più della versione base) con caratteristiche,  della W800 ha il fascino eterno delle moto anni 70. La caratterizzano il motore bicilindrico frontemarcia (773 cc raffreddato ad aria da 48 CV e 60 Nm di coppia), il telaio compatto, le ruote a raggi di grande diametro (19“ davanti e 18“ dietro) e la cura per i particolari, sempre fondamentali per il successo di una moto, come il bel bordino arancione su sella e cerchi, e il nero opaco degli scarichi a bottiglia.

Nella W800 SE, infatti, dominano l’acciaio, che costituisce anche i parafanghi, e il nero che copre motore, scarichi, cerchi, manubrio. Non è un caso se lo stile classico della W800 la renda la base di partenza preferita di molti customizer. La W800 è comoda: sella ampia, ben imbottita e bassa da terra (79 cm), fianchi stretti con le protezioni ai lati del serbatoio da stringere con le ginocchia. Il senso di controllo di questa giapponese è notevole.

Il sound dello scarico è roco e molto piacevole; una volta avviato il motore (con un pulsante sul manubrio e non con la pedivella), su strada la W800 fa assaporare le emozioni di un tempo: qualche leggerea vibrazione (mai fastidiose), frenata sufficiente (ma scordatevi le staccate al limite), grazie anche al tamburo (un tributo alle moto di un tempo e non una scelta dettata dal risparmio) che frena bene la moto.

Al semaforo la W800 non ha lo scatto bruciante delle medie di oggi, ma è perfettamente al livello delle classic bike concorrenti (Triumph Bonneville in primis, che costa 9.690 euro). La W800 ha nel suo dna l’andatura tranquilla, perfetta per apprezzare il fascino del paesaggio, gustando nel frattempo il carattere e il bel suono del motore. Propulsore che ha comunque una discreta coppia per viaggiare in souplesse, usando poco il cambio a cinque marce, sempre puntuale e preciso.

Le sospensioni sono tarate sul morbido e lavorano bene in città tra buche e rotaie del tram. Anche in due non si affatica la schiena. Infine, numerosi accessori consentono di personalizzare ulteriormente questa Special Edition: il cupolini Bikini (507 euro),