“Superpole bagnata, superpole fortunata” avrà pensato Tom Sykes dopo aver conquistato il primo posto nelle qualificazioni del Gran Premio di Magny Cours, valido per il campionato mondiale SBK.

Le condizioni meteo sul tracciato francese hanno imposto la suddivisione in due manches, la prima effettivamente disputata con asfalto bagnato, mentre la seconda più favorevolmente con bitume asciutto.

Tom Sykes, ormai praticamente infallibile in qualifica, si prende la soddisfazione di approfittare della situazione e di rifilare a Sylvain Guintoli la bellezza di otto, dicasi otto, decimi di secondo.

Tolta la classica sfida fra i due piloti di testa, emerge per la seconda volta consecutiva un Davide Giugliano in momento di grazia, che artiglia il terzo posto, mentre il “terzo incomodo” in classifica generale, Eugene Laverty, si piazza al quarto posto.

A seguire un bel terzetto di italiani composto da Michel Fabrizio, Ayrton Badovini e Marco Melandri, quest’ultimo sempre un pochino sottotono rispetto alle attese.

Inspiegabile il trend di una vecchia volpe di categoria come Leon Haslam, caduto oggi per l’ennesima volta consecutiva, ed incapace di reagire per riportarsi nelle posizioni di alta classifica che gli competono. Urgono ferie e reset mentale.

Per quanto concerne gli altri italiani in qualifica, discreto decimo tempo di Michele Pirro, non eccessivamente danneggiato da una caduta.

photo credit: JaredEarle via photopin cc