Febbrili attività da parte delle scuderie che prenderanno il via al prossimo Campionato Superbike 2014 e che stanno ultimando i test preparatori.

A meno di una settimana dall’inizio delle “ostilità”, sul circuito australiano di Phillip Island, Aprilia Racing Team, con i piloti Marco Melandri e Sylvain Guintoli, ha effettuato un intenso lavoro di messa a punto, approfittando del clima favorevole, dopo le sfortunate, meteorologicamente parlando, uscite di Portimao e Jerez de la Frontera.

Marco Melandri, al suo primo anno da scudiero in sella alla RSV4, ha subito fatto registrare prestazioni interessanti, concludendo con il quarto tempo assoluto e percorrendo un buon numero di giri, 123 per l’esattezza; Melandri, concentrato molto sulla presa di contatto con la moto e sul passo gara, non è quindi andato in cerca della prestazione assoluta, quanto piuttosto della costanza di rendimento e del miglior setup. Il pilota ravennate, ovviamente, pur essendo contento, ravvisa potenzialità ancor maggiori ed inespresse per la sua moto, fatto normale a stagione non ancora iniziata, ritenendo indicativi i risultati delle qualifiche ufficiali, che saranno importantissimi al fine di posizionarsi subito nella primissima parte della griglia di partenza.

Il compagno di squadra, Sylvain Guintoli, si è maggiormente concentrato sulla propria tenuta fisica, aspetto cruciale dato il doppio intervento alla spalla destra, traendone riscontri molto positivi; 92 giri per lui, senza particolari sofferenze e con tempi decisamente incoraggianti, a suggello di un recupero ormai completo. Giudizio positivo sulla moto, con la quale il pilota transalpino ritiene di aver trovato il setting adatto ed il giusto feeling per affrontare con il dovuto piglio l’inizio della stagione SBK 2014.