La casa motociclistica Ohvale, originaria del Veneto, forte dei successi ottenuti nel corso della passata stagione, è tornata anche quest’anno al Motor Bike Expo di Verona per presentare al pubblico un prodotto che ha riscosso grande successo tra gli appassionati di tutte le età.
La GP-0 incarna un nuovo concetto di moto: non è una “Minimoto”, o una “Mini GP”, né tantomeno una “Pitbike”, ma un mezzo pensato e progettato con l’obiettivo di portare il cliente in pista e regalargli le emozioni che solo i campioni si possono permettere.

Il primo ingresso nel racing

La GP-0, il cui nome evoca il primo ingresso nel mondo racing, si propone infatti di offrire soddisfazione, divertimento e possibilità di guida estrema come una vera moto da gara, e grazie anche alla sua ciclistica facile e giocosa è in grado di soddisfare le esigenze di tutti, dai più giovani ai professionisti, che vogliono sfogare la loro passione in pista.
Le dimensioni appositamente studiate la rendono facilmente trasportabile all’interno di una normale auto a due volumi e le consentono di correre con soddisfazione sui numerosi kartodromi di cui è ben provvisto il nostro Paese, evitando in questo modo trasferte lunghe e costose visto che le spese di manutenzione e di noleggio pista risultano molto più contenute rispetto ad una normale moto da corsa.

Un progetto nato nel 2011

Il progetto Ohvale GP-0 è stato concepito nel 2011 ma è già ampiamente consolidato, come testimonia il considerevole numero di moto vendute solo dopo il primo anno che ha reso possibile creare dei campionati monomarca nei quali abbiamo cercato di riproporre l’atmosfera che si respira nel mondo delle competizioni, compresa la bagarre, i trofei, l’assistenza e soprattutto la condivisione di una passione.
La GP-0 è nata da un’intuizione di Valerio Da Lio, profondo conoscitore del mondo motociclistico e grande collaboratore delle maggiori case con oltre trent’anni di esperienza. Il progetto è stato sviluppato da un team tutto italiano e si è avvalso della collaborazione di alcuni personaggi, in primis l’ingegnere Mariano Fioravanzo, molto rinomati nel mondo delle due ruote e dotati di grande bagaglio tecnico. Questa moto viene costruita con tecnica artigiana secondo veri canoni motociclistici: il vero appassionato non potrà non innamorarsene ammirando l’attenta cura costruttiva e le finiture Made in Italy.
La Ohvale GP-0 monta motori a 4 tempi ed è disponibile in due versioni: la versione monomarcia e una a marce con potenza massima che varia dagli 8 ai 25 cv. Dal marzo 2015 sarà inoltre disponibile anche la versione più potente con motorizzazione giapponese Daytona 190 cc e 24 cv.