Prima giornata di prove libere nel GP di Gran Bretagna a Silverstone, tappa del Mondiale MotoGP, nel segno del botta e risposta fra Marc Marquez e Jorge Lorenzo.

Durante la prima sessione si impone lo spagnolo della Honda, preludendo al solito dominio sin dal venerdì; nella seconda sessione sale invece in cattedra il Campione del Mondo, con un tempo di 2.02.734. Marquez resta staccato di due decimi, con un crono di 2.02.958.

Date le ultime prestazioni del rookie (ma possiamo ancora chiamarlo veramente così?) potremmo già facilmente dire che un simile distacco possa non costituire in alcun modo un serio problema nel tentativo di caccia alla pole del sabato, benchè il meteo inglese spesso svolga la parte del protagonista indiscusso. Ciò potrebbe significare, parimenti, o una griglia inalterata rispetto alle libere, oppure uno stravolgimento della griglia con massiccia presenza di outsider.

Decisamente più staccato il terzo classificato, Dani Pedrosa, al quale vengono rifilati cinque decimi di distacco; al quarto posto si installa Alvaro Bautista, autore di una fase molto positiva di stagione, che lo vede spesso e volentieri andare a braccetto con i “top”. Valentino Rossi, che ormai ci regala per abitudine prestazioni sul crono secco di livello inferiore rispetto ai risultati di gara, occupa la quinta posizione; dato il rendimento della domenica e dell’apprezzamento del Dottore per il circuito britannico, questa posizione non di vertice non deve preoccupare nè la squadra nè i tifosi. Chiude l’ipotetica seconda fila Cal Crutchlow. Un piccolo passo avanti per Ducati, con Dovizioso settimo, che stavolta non va in tandem con Hayden, decimo Fra le due Ducati troviamo Bradley Smith e Stefan Bradl, che ha perso un pò di smalto nelle ultime uscite stagionali.

In sintesi, grande curiosità per il clima del sabato di qualifica, e grande curiosità per il duello tutto iberico fra Lorenzo e Marquez.

photo credit: Silverstone Circuits Limited via photopin cc