Giornate un pò sfortunate per i top riders delle varie categorie mondiali di motociclismo; dopo Sylvain Barrier in Superbike, anche Marc Marquez è rimasto coinvolto in un incidente mentre praticava la disciplina del Dirt-Track, infortunandosi.

Il risultato è stato la frattura di una gamba, e più precisamente del perone destro, confermato ufficialmente da Honda, così come è stata confermata la mancata, quanto ovvia, partecipazione ai test pre-campionato di Sepang di settimana prossima.

Fortunatamente il danno è limitato alla stessa frattura, senza alcun interessamento dei legamenti, o eventuali lussazioni, ragion per cui non si renderà necessario alcun tipo di intervento chirurgico, ma un periodo di riposo di circa quattro settimane.

D’altro canto si sa che i professionisti del motociclismo non si danno per vinti nè versano troppe lacrime, ed infatti Marquez si è già adoperato per iniziare le attività di riabilitazione, pur non potendo lavorare a pieno carico per circa 15 giorni; con questa tabella, prudente ma non di certo leggera, l’obiettivo è quello di recuperare la condizioni sufficiente per partecipare alla prima gara della MotoGP, in calendario il 23 marzo sul circuito del Qatar. Di sicuro, quindi, Marc dovrà saltare le già citate prove di Sepang e quelle di Phillip Island.

Sarà interessante constatare quale gap potrà essersi creato, a causa di questo stop, con i principali pretendenti al titolo, almeno nei primi appuntamenti iridati, anche se l’uomo da battere resta sempre lui.

photo credit: T.Tanabe via photopin cc