La confindustria Ancma, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, ha annunciato i dati di vendita del settore a maggio 2016, con il mese che ha visto un nuovo aumento per il mercato delle due ruote.

Le vendite dei veicoli di cilindrata superiore a 50cc proseguono a maggio l’andamento positivo che dura da sette mesi, con 25.059 immatricolazioni e un incremento del +17,6%. In particolare le moto registrano 9.943 pezzi e un +27%; gli scooter con volumi superiori totalizzano 15.110 unità e un +12,1%.

I cinquantini riprendono a crescere con 2.491 registrazioni e si attestano ad un +12,2%. Maggio vale circa il 13% delle vendite del totale anno: “Le nuove previsioni macro economiche pagano ancora un clima di incertezza e c’è ancora molta strada da fare per ritornare ai livelli pre-crisi, tuttavia non mancano le opportunità di acquisto per i beni durevoli. L’occupazione tiene e il costo del credito favorevole aiuta la domanda – afferma Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMADa parte nostra continueremo a lavorare per favorire l’utilizzo delle due ruote sollecitando interventi sulle infrastrutture per migliorare la sicurezza degli utenti. Così come non smetteremo di chiedere modifiche al Codice della Strada che consentano a chi usa le 2 ruote di poter entrare in autostrada con le 125cc come in tutta Europa e con tariffe più contenute rispetto alle auto, come previsto dalla campagna promossa insieme a Federmoto e Motociclismo. Vogliamo collaborare con tutte le città per mettere in atto le migliori pratiche a sostegno della mobilità sostenibile, attraverso ad esempio l’utilizzo delle corsie preferenziali, la disponibilità di parcheggi dedicati e anche migliorando la formazione specifica di chi intende usare le due ruote. Le case stanno ampliando l’offerta con nuovi modelli di successo, sempre più accessibili, che si rivolgono ad un target più ampio e che incontrano le preferenze dei clienti.”

Il totale progressivo da gennaio a maggio evidenzia il dato di 93.280 immatricolazioni (veicoli superiori a 50cc) pari al +18,5%, di cui 52.401 scooter pari a un +14,5% e 40.879 moto con un +24,2%. I “cinquantini” mostrano il trend più moderato con 9.288 unità e un +3,3%. L’analisi per cilindrata vede la classe di accesso degli scooter 125cc sempre sugli scudi con 18.171 veicoli pari a un incremento del +18,8%; al secondo posto il comparto dei 300-500cc con 17.214 vendite spunta un +17,4%. Seguono i 150-250cc con 12.148 pezzi pari al +6,5%. A due cifre anche l’aumento dei maxiscooter oltre 500cc, con 4.868 immatricolazioni e un +10,8%.