Importante onorificenza postuma per Marco Simoncelli, l’amatissimo pilota riminese scomparso nel 2011 a Sepang e rimasto nel cuore di tutti gli appassionati di motociclismo.

E’, infatti, stato confermato ufficialmente l’inserimento del suo nome nella Hall of Fame della MotoGP Legend, e la cerimonia avverrà nel weekend del primo giugno in occasione del GP del Mugello.

Il “Sic” è il ventunesimo pilota a far parte di questo esclusivo novero di nomi che hanno fatto la storia del grande motociclismo internazionale: Giacomo Agostini, Carlo Ubbiali, Mick Doohan, Geoff Duke,Wayne Gardner, Mike Hailwood, Daijiro Kato, Eddie Lawson,Anton Mang, Angel Nieto, Wayne Rainey, Phil Read, Jim Redman, Kenny Roberts, Jarno Saarinen, Kevin Schwantz,Barry Sheene, Freddie Spencer, John Surtees e Casey Stoner.

Il riconoscimento, non è tanto dovuto ai risultati sportivi ottenuti, al suo attivo un solo Campionato del Mondo classe 250 nel 2008, quanto piuttosto alle sue doti straordinarie, che Marco sarebbe senza dubbio riuscito a mettere in mostra in futuro, senza lo sciagurato incidente della Malesia. Aggiungiamo noi di TuttoMoto, anche un premio alle grandi doti umane di Simoncelli, pilota vecchio stile, coraggioso e leale, che si divertiva e divertiva il pubblico, anche se spesso criticato per la condotta di guida forse troppo impulsiva. Doti che, sinceramente, mancano molto, in un contesto come quello della MotoGP, fucina di campioni fin troppo perfetti.