Pochi aggiornamenti tecnici hanno riguardato i modelli 2015 SX ed SX-F della Casa di Mattighofen: i tecnici austriaci hanno lavorato per incrementare la maneggevolezza delle moto. La gamma cross comprende le due tempi 125 SX, 150 SX e 250 SX e le quattro tempi 250 SX-F, 350 SX-F e 450 SX-F, che hanno dominato nel mondiale MX2 e MXGP. Per i piloti junior, KTM ha a catalogo tre minicross: la 50 SX, la 65 SX e la 85 SX.

La 250 e la 350 SX-F hanno ricevuto piccole modifiche al motore, tra cui una frizione più leggera e un nuovo o-ring nella pompa di recupero dell’olio, adottato anche sulla 450 SX-F. Per il 2T, invece, sulla 250 SX è stata rivista la frizione. Per tutti i modelli, invece, le novità riguardano il telaio, che è stato aggiornato nell’attacco del link e nei leveraggi dello stesso con una conseguente riduzione di peso e un miglioramento della curva di progressione del mono. Di conseguenza, anche la forcella è stata rivista nella taratura, e adotta piedini e perno ruota nuovi: i primi sono più corti, con una conseguente riduzione dell’interasse, mentre il secondo è più piccolo (da 26 a 22 mm), a tutto vantaggio della sensibilità di guida e della stabilità.

Sempre all’anteriore sono da segnalare le nuove protezioni per gli steli della forcella, più leggere e facili da smontare, il nuovo perno dello sterzo e relativo bullone di serraggio.

Infine, i cerchi Excel, ora colorati in nero, calzano pneumatici Dunlop MX52, sviluppati in stretta collaborazione con il Factory Team Usa. Dal punto di vista estetico, la gamma 2015 assomiglia molto alle moto ufficiali: telaio arancione e grafiche che ricordano quelle delle moto di Tony Cairoli, Herlings, Roczen e Dungey. La componentistica, poi, porta nomi prestigiosi: freni e pompa frizione Brembo, e manubrio Renthal. Questi i prezzi di listino:
50 SX LC: 3.645 euro
65 SX: 4.455 euro
85 SX: 5.182 euro
125 SX: 7.631 euro
250 SX: 8.038 euro
250 SX-F: 8.853 euro
350 SX-F: 9.159 euro
450 SX-F: 9.464 euro