Dichiarazioni a sorpresa di Jorge Lorenzo, che pur disponendo di una moto fortissima come la Yamaha, ha probabilmente mal digerito la mancata vittoria iridata nel campionato appena concluso.

Il maiorchino ha espressamente richiesto una moto più competitiva per il campionato 2014, individuando quelli che secondo lui sono i punti di debolezza della propria M1, ed è una lista che coinvolge più o meno tutto il compartimento dinamico, ad eccezione del motore e del cambio; più specificamente Lorenzo ha avuto modo di lamentarsi della frenata, della stabilità del telaio e più genericamente dell’avantreno. Tutti aspetti, secondo Jorge, che fino a poco tempo fa erano invece punti di forza, e che adesso invece non sono più adeguati a contrastare la principale concorrente, ovvero Honda.

Honda, proprio il team che potrebbe rappresentare il suo domani, per quanto non prossimo, benchè al momento ciò venga fermamente smentito, anche se…Anche se non si può mai ipotecare il futuro, e anche se il desiderio sarebbe quello di terminare la carriera per i “tre diapason”, tutto dipenderà da quanto competitivo sarà il pacchetto tecnico offerto da Yamaha nel corso della stagione 2014.

A proposito di rinnovi contrattuali, Lorenzo parla anche di Valentino Rossi; secondo lo spagnolo, nonostante le dichiarazioni su un possibile ritiro profferite dallo stesso Rossi, ciò non è al momento realistico, e che non c’è alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo. Massima stima per Valentino quindi, che viene definito un “tesoro per tutta la MotoGP”.