Insieme con la sorella naked, la Suzuki GSX-S1000, la versione semicarenata aggiunge una “F” alla sigla ma ne allarga l’impiego ai viaggi e ai periodi più freddi dell’anno. La versione semicarenata conserva le caratteristiche tecniche della naked: motore 4 cilindri in linea di 999 cc derivato da quello della GSX-R 1000, traction control settabile su tre posizioni, freni radiali Brembo con Abs.

L’adozione della carena ha obbligato i progettisti Suzuki a modificare il faro anteriore, che resta a led ma si sdoppia. Il motore di 999 cm3, raffreddato a liquido, deriva da quello della supersportiva (ma la versione 2005-2008, preferita per la forma più adatta a una naked, oltre che per la reputazione maturata nelle gare), addolcito nell’erogazione della potenza (il valore massimo non è stato ancora comunicato) per un utilizzo stradale più divertente nei regimi medio-bassi.

Interessante è il traction control regolabile, mediante il comando posto sulla manopola sinistra, su 4 livelli: da 1 a 3 con livello d’intervento crescente (il 3 è per le strade bagnate), e “off”, che lo esclude. La ciclistica vede il telaio, ridisegnato e più leggero di quello della GSX-R1000 attuale, e il forcellone in alluminio, materiale che compone anche le ruote da 17 pollici (120/70 e 190/50).

I freni portano la firma di Brembo: il doppio disco anteriore da 310 mm è morso da una pinza flottante a 4 pistoncini; l’Abs è un Bosch e pesa solo 614 grammi (non è stato comunicato se sarà di serie). Infine, la sella è a 815 mm da terra.