KTM scommette sull’elettrico e porta a Colonia la Freeride E 2015, declinate in tre versioni per accontentare tutti gli amanti del marchio austriaco e dell’ecologia. Dunque abbiamo la E-SX, per l’off-road e riconoscibile per l’assenza dei fari (non è omologata per la circolazione su strada), la E-XC per l’enduro e la E-SM, supemotard per l’uso stradale.

La Freeride elettrica vanta gli stessi materiali dei modelli a benzina EXC ed SX: telaio in acciaio al cromo-molibdeno (in cui è alloggiata, a tenuta stagna, la batteria), forcella rovesciata WP, monoammortizzatore WP con PDS, impianto frenante Formula. Queste moto sono guidabili dai sedicenni con la patente A1, vista la potenza ridotta offerta dal propulsore elettrico: i cavalli erogati dal motore sono infatti 22 ma con una coppia di 42 Nm disponibile appena si gira la manopola dell’acceleratore. Con un peso di 106 kg per la E-SX (110 per le due versioni stradali), questi valori sono più che sufficienti per divertirsi.

Mancano le marce e la frizione e le leve al manubrio comandano i freni: tutto molto facile, insomma. La ricarica richiede 50 minuti per arrivare all’80% della capacità del power pack con celle di litio (80 minuti per il 100%); costo di una ricarica: 0,77 euro. infine, i prezzi: 11.600 euro la E-XC, 11.361 euro la E-SX, ancora da comunicare quello della E-SM.