Honda ha annunciato il lancio della nuovissima Honda CRF450R 2017, moto per il motocross. La prima riprogettazione completa della CRF450R in otto anni offre un motore più potente dell’11% e una coppia maggiore su tutto l’arco di erogazione. Inoltre è dotata di un telaio in alluminio di settima generazione, completamente nuovo e con geometrie della ciclistica riprogettate, baricentro più basso, e forcella Showa da 49 mm con molle in acciaio e specifiche ‘factory’. Il serbatoio benzina è ora in titanio, le plastiche delle sovrastrutture sono lisce e aerodinamiche, e il kit racing comprende l’avviamento elettrico.

La CRF450R 2017 è stata sviluppata sulla base dell’esperienza diretta dei team Honda nei campionati AMA ed MXGP, con l’obiettivo di essere la prima a scattare dal cancelletto, la prima al ‘holeshot’ della curva 1 e per segnare un tempo sul giro strabiliante. Con un nuovo motore caratterizzato da un picco di potenza superiore dell’11% rispetto al precedente modello e una ciclistica in grado di sfruttarlo completamente, la CRF450R 2017 è più forte, più affilata e più efficace.

Il motore da 449cc della CRF450R 2017 ha una potenza massima superiore dell’11% rispetto al precedente modello. Se sovrapposte, le curve di potenza e coppia della 16YM e della 17YM mostrano graficamente il miglioramento in termini di prestazioni del nuovo motore: è più vigoroso in ogni punto, sia ai regimi bassi e medi, sia nel picco di potenza, con più allungo e consistenza anche in prossimità del limitatore. Per la prima volta, è ora disponibile per la CRF450R il kit di avviamento elettrico.

Il telaio completamente ridisegnato della CRF450R 2017 offre al pilota la possibilità di sfruttare al meglio il nuovo potente motore. La struttura in alluminio a doppio trave discendente giunge alla settima generazione con obiettivi chiari: migliorare la velocità in curva, la stabilità e la direzionalità sull’anteriore, la trazione al posteriore, offrendo al tempo stesso livelli elevati di confidenza e prevedibilità delle reazioni.

La principale modifica, percepibile anche a vista, risiede nelle due travi principali, che sono ora rastremate, garantendo maggiore stabilità, trazione e fiducia nel comportamento dinamico. La rigidità torsionale è stata ridotta del 6,8 %, con rigidità laterale invariata, per migliorare l’efficacia della sterzata e il feeling. Ne beneficia anche il peso (-270 grammi) e grazie ad un componente estruso invece che forgiato, anche il telaietto posteriore è più leggero (-225 grammi).