Harley-Davidson presenta il suo trike, modello storico della Casa di Milwaukee (è nato nel 1932 e si chiamava Servi-Car: era un motocarro che poteva essere trainato dietro a una automobile durante la consegna finale all’acquirente). Il Tri Glide Ultra Classic ha un aspetto imponente e pesa ben 560 kg in ordine di marcia. La guida è completamente diversa da quella di una moto: è più simile a quella di un’auto, con l’aggiunta che si lavora molto di braccia per impostare la curva.

PROJECT RUSHMORE. Come tutta la linea Touring, il Tri Glide Ultra Classic si avvale delle innovazioni legate al Project Rushmore, una serie di migliorie tecnologiche, oltre a dettagli di stile e comfort, cui si è arrivati anche attraverso i consigli degli utenti finali. Primo fra tutti il sistema di raffreddamento a liquido delle teste del motore V-Twin che migliora molto il comfort nella bella stagione. La trasmissione finale alle due ruote posteriori è a cinghia, con un differenziale. Il cerchio anteriore è da 17″ in lega di alluminio, a 10 razze, mentre i due posteriori sono da 16”. Imponente l’impianto frenante: doppio disco da 300 mm davanti, due da 270 mm sulle ruote posteriori; quando si preme il freno posteriore a pedale, si aziona anche l’anteriore, per spremere la massima potenza dall’impianto.
COME IN UN SALOTTO. La sella della Tri Glide Ultra Classic è una poltrona: è morbida e ha uno schienale che sorregge bene il bacino. La carenatura, con l’apertura SplitStream sotto il parabrezza che regola il flusso d’aria riducendo le turbolenze, copre ottimamente e si può viaggiare a visiera alzata. Sella passeggero, braccioli e schienale sono stati ridisegnati rispetto ai precedenti Touring per garantire ancor più comfort. La capacità di carico è di 190 litri totali, tra borsa posteriore e Tour-Pak (il bauletto alle spalle del passeggero). Sul trike non si appoggiano mai i piedi a terra: c’è un freno di stazionamento a pedale (dietro la pedana sinistra) e la retromarcia elettrica, che si aziona con un pulsante al manubrio. La strumentazione è da automobile: cruise control (di serie), navigatore, radio e lettore da ingresso Usb; i comandi sono sia direttamente sul display touch screen del nuovo sistema d’infotainment Boom! Box 6.5GT (anche con i guanti indossati) sia sui blocchetti del manubrio.
MOTORE DA 138 NM. Il V-Twin 103 (1.690 cc) potenziato eroga una coppia di 138 Nm a 3.750 giri. Il cambio a bilancere è a sei marce, e si aziona agevolmente; la notevole coppia del V-Twin è trasmessa alle ruote posteriori in modo dolce e senza strappi. Su strada, in rettilineo, il trike è molto stabile e comodo, mentre in curva bisogna agire con forza sul manubrio (tirare l’interno e spingere l’esterno) per impostare le curve e mantenere la traiettoria: alla fine del test, le braccia sono state messe alla prova. Il posteriore è un po’ rigido: si tende a dondolare un po’ quando la strada non è una tavola da biliardo.