Quando la discrezione ed il fattore sorpresa sono tutto, si dice…Detto che probabilmente non è stato tramandato in Danimarca, patria dei cutomizers Wrenchmonkees.

In quanto tali, i Wrenchmonkees potrebbero non essere conosciuti ai più, che il fenomeno custom in Italia non è tanto sviluppato come in altri paesi del Mondo, o perlomeno è più di nicchia; ad ogni modo sono abbastanza famosi perchè Yamaha abbia commissionato loro la preparazione di un allestimento speciale che commemori il trentacinquesimo compleanno della classica SR400. Esemplare che avrebbe dovuto essere esposto in anteprima all’Eicma di novembre presso il plesso fieristico di Rho-Pero (MI).

Appunto, avrebbe…Se non fosse che i ragazzi danesi hanno avuto la brillante idea di pubblicare sul proprio sito Internet le componenti di questo allestimento esclusivo (provare per credere, all’indirizzo: http://www.wrenchmonkees.com/blog/the-yard-build/). Almeno si sono trattenuti dal mostrare le foto della moto assemblata, in modo da lasciare ancora un minimo, ma proprio minimo, di mistero sul risultato finale.

La SR400, pur se commercializzata solo in Giappone, è solo una delle moto oggetto da parte di Yamaha di una serie di personalizzazioni ufficiali denominate proprio Yard Built, e che sono commissionate ai principali customizers, rendendo peraltro disponibili nel proprio catalogo tutte le componenti per chi dovesse decidere di trasformare la propria moto. Iniziativa che lo scrivente ritiene lodevolissima, dal momento che in Italia, bloccati dalla burocrazia delle omologazioni, avere già pezzi ufficiali con la “benedizione della Casa” significa per gli utenti del genere custom poter dormire sonni tranquilli.

Certo che la presenza all’EICMA mette qualche ragionevole dubbio sul ritorno di questa classic sulle strade del Vecchio Continente…

photo credit: na0905 via photopin cc