Un successo, non può che essere definita in questa modo la settantunesima edizione di EICMA, il Salone Internazionale del Ciclo e Motociclo, che si è tenuta presso la Fiera di Rho dal 5 al 10 novembre.

Contrariamente ad ogni previsione, legata al trend fortemente negativo di mercato, EICMA 2013 conferma che la passione degli appassionati di motociclismo è sempre viva ed anzi continua ad alimentarsi.

Rispetto al 2012, si registra un incremento di pubblico dell’8%, con un numero di accessi che ha toccato l’impressionante cifra di 551.404 unità, ovvero una media di circa 100.000 visitatori al giorno. Molto interessante anche il dato relativo al pubblico degli addetti ai lavori, che hanno approfittato del Salone per approfondire relazioni commerciali: 45.806 operatori di settore hanno varcato la soglia del plesso fieristico, con significativa presenza di traders esteri, la cui percentuale è aumentata del 20% rispetto al 2012.

Di rilievo anche la presenza di adetti stampa, giornalisti e affini, con 6.896 presenze (+20,5% rispetto allo scorso anno)

In tutti i settori è ancora predominante la componente europea, che si attesta sempre attorno al 70%, ma è stato molto evidente l’afflusso degli asiatici; oltre ai grandi costruttori giapponesi si è assistito al boom dei cinesi, il cui apporto ha fatto sì che quest’anno la partecipazione asiatica, a tutti i livelli, abbia lambito il 20%.

A tal proposito ricordiamo che nei 280.000 metri quadri espositivi, hanno presenziato 1.408 espositori, provenienti da ben 38 nazioni differenti.

Di spessore anche il lato spettacolare, con 600 piloti che si sono esibiti nelle apposite aree esterne, dando vita ad esibizioni e gare che hanno catalizzato una grossa presenza di spettatori.

Non solo professionisti di settore e dell’indotto hanno raggiunto in massa la Fiera di Rho, ma anche personalità istituzionali e cariche pubbliche, tra cui il Vice Presidente del Consiglio Angelino Alfano, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ed il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi.