Anno domini 1993: Ducati presenta la Monster, con lo scopo di dare al pubblico una naked leggera, performante e godibile su ogni tipo di percorso. Contrassegnata dalla sigla M900, è dotata di un motore Desmodue a carburatori definito in gergo “Pompone”.

Anno domini 2013: Ducati presenta la Monster 20th Anniversary, per celebrarne il ventennale.

A quanto pare l’obiettivo perseguito dalla Casa di Borgo Panigale è stato decisamente centrato, e con ogni probabilità nei listini la Monster comparirà ancora per molti e molti anni, vista la schiera di appassionati che ancora oggi apprezza (e compra) questo modello. In aggiunta ai 250.000 clienti che la posseggono già con soddisfazione, conquistati dalla coppia robusta, dalla maneggevolezza di guida e dall’affidabilità generale.

Nello specifico questa nuova Monster 20th Anniversary è disponibile con tutte le motorizzazioni della “normale”, ovvero 696, 796, 1100, unicamente con impianto frenante dotato di ABS.

Per il resto ovviamente non ci si possono aspettare grandi modifiche sostanziali ad una moto che ha raggiunto la maturità in attesa del modello completamente nuovo, che dovrebbe non essere troppo lontano a venire.

Le caratteristiche salienti della 20th Anniversary sono di natura estetica, con colorazione rosso/oro e specchietti retrovisori di foggia retrò. La vernice oro è stata utilizzata a piene mani sulle motorizzazioni 696 e 796 per le finiture di telaio, pinze dei freni, flange dei dischi e steli della forcella, mentre sulla 1100 anche le pompe di freni e frizione.

I prezzi di questa special edition sono stati così stabiliti:  9.490 € per la 696, 9.990 € per la 796 e 12.390 € per la 1100

photo credit: Lowfloater Photography via photopin cc