Dakar 2014, sesta tappa, da da Tucumàn a Salta, 465 km totali di cui 400 riservati alla speciale, dopo una quinta tappa caratterizzata dal caos e, purtroppo, dal lutto per il pilota belga Eric Palante.

Attenendoci al fatto sportivo, la vittoria è andata al francese Alain Duclos, che aveva sempre ben figurato sin dal primo giorno di questa maratona; il successo di tappa proietta Duclos al terzo posto della classifica generale in sella alla propria Sherco.

Marc Coma, secondo di tappa ad un 1’15″, consolida e rafforza il proprio primato nella graduatoria generale; al terzo posto Michael Metge, in sella a Yamaha. Si riaffaccia nella zone calde della classifica Joan Barreda Bort, quarto a meno di un minuto da Coma, ma distante oltre 40′ nella generale a causa delle due sciagurate tappe precedenti.

Discreta giornata anche per il grande deluso Cyril Despres, che sia attesta al quinto posto, ma con il pesante fardello delle quasi due ore e mezza di distacco dal rivale di sempre, il solito Coma. Non così bene al contrario per Francisco Lopez (foto by Infophoto), caduto nel greto di un fiume in secca, fortunatamente senza farsi del male.