Un’attesa durata ben otto tappe, e alla fine la vittoria di Cyril Despres è arrivata! Una sezione transnazionale, iniziata in Bolivia a Salta/Uyuni e terminata in Cile a Calama dopo 701 km, di cui 462 cronometrati.

Despres ha condotto dall’inizio alla fine, e questa è una buona notizia, resa forse meno dolce dal fatto che Barreda Bort e Coma, pur marcandosi e studiandosi, hanno perso solamente un paio di minuti; il pilota di Fointanebleu ha comunque completato la prova con l’ottimo tempo di 5h 23′ e 20”.

Fragoroso tonfo di Alain Duclos, finora distintosi per la costanza di rendimento e i piazzamenti sempre a ridosso dei primi, che chiude addirittura ventitreesimo, ma mantenendo la quarta piazza nella graduatoria generale; la top ten di tappa si completa con Rodrigues, Pain, Metge, Van Niekerk, Gouet, Przygonski e Viladoms (ottimo terzo in classifica generale).

Dati i risultati parziali, anche la generale non vede alcun sconvolgimento, con Coma che si avvicina alla vittoria finale della Dakar 2014, seguito da Barreda Bort; Despres, che ormai può solo prendersi rivincite estemporanee, ma che ha già sepolto da un pezzo il sogno di conquistare la sesta Dakar personale, è al nono posto.