Uno degli argomenti più dibattuti in questa stagione di MotoGP, oltre alle ovvie querelles su chi sia il pilota più forte o la scuderia meglio attrezzata, è di stampo squisitamente tecnico: il cambio seamless.

Questa tipologia di trasmissione è stata adottata immediatamente ad inizio stagione da Honda, per le moto ufficiali di Marquez e Pedrosa, fornendo risultati interessanti, tanto da attirare attenzione presso le altre scuderie, Yamaha in primis.

La Casa dei tre diapason sta infatti accelerando, secondo indiscrezioni, lo sviluppo del proprio seamless, testandone i risultati in questi giorni sul tracciato ceco di Brno.

Il questo articolo cercherò di spiegare cosa sia il cambio seamless, in modo semplice, illustrandone i vantaggi; partiamo subito da questi ultimi, ovvero miglioramento nella velocità di innesto delle marce e maggiore fluidità fra una cambiata e l’altra.

Come si ottiene questo duplice scopo? Fodamentalmente il selettore che si trova tra due marce è accoppiato a due dischi scorrevoli, i quali si innestano alle marce, che sono posizionate ai lati del selettore stesso e che azionano le relative coppie di innesti. L’innovazione è data dal fatto che gli innesti hanno una peculiare forma smussata. Cosa consente ciò? Consente il fatto che una volta innestata la marcia superiore, senza soluzione di continuità, il cambio prepari già l’accoppiata successiva, sganciando il rapporto inferiore.

Esempio pratico: la prima coppia è costituita da prima e seconda marcia, nel momento in cui il cambio passa in seconda, si forma la coppia successiva composta da seconda e terza, mentre viene sganciata la prima. E così via, sia in salita che in scalata. Di fatto quindi il cambio lavora in coppie solidali.

Per utilizzare un termine di paragone, è come il tanto decantato cambio a doppia frizione utilizzato sulle automobili, dove però sono presenti due alberi che lavorano in parallelo, mentre in questo caso l’albero è singolo e lavora con innesti in sequenza e non in parallelo.

Fino a questo momento Honda non ha dimostrato una schiacciante supremazia su Yamaha con questo tipo di cambio grazie al seamless, vedremo se quest’ultima troverà giovamento o meno dall’adozione di questa nuova trasmissione.

photo credit: Fiat Yamaha Team via photopin cc