Gli italiani, nei momenti di difficoltà, hanno sempre una marcia in più nel trovare nuovi sbocchi e nuove soluzioni per farvi fronte; con grande soddisfazione ed orgoglio, si apprende che Borile, produttore veneto di motociclette ubicato a Vò Euganeo, ha appena portato a termine un importante accordo con l’importatore di Singapore, Minerva Motor Pte Ltd, per la fornitura di veicoli in Asia.

Alberto Bassi, Amministratore Delegato di Borile Motociclette, giustamente entusiasta, sottolinea l’impegno dell’Azienda da lui guidata per lo sviluppo delle vendite nel biennio 2014-15, oltre all’apertura di possibili nuovi scenari relativi alla produzione in loco di alcuni componenti.

Pur se la storia di Borile è relativamente recente, sembrano lontani i tempi in cui, nel 1988, Umberto Borile diede vita al proprio sogno in una piccola bottega artigianale in provincia di Padova, storia artigianale che ha poi preso una svolta nel 2010, con l’ingresso in Società della famiglia Bassi, attenta alla tradizione ma fortemente orientata allo sviluppo ed all’imprenditorialità, il cui picco viene toccato oggi con l’accordo per le vendite nel Far East.

Insieme a questa notizia di grandi proporzioni, Borile annuncia l’uscita di due nuovi modelli: la Multiuso 125 e la Multiuso 350, strategicamente molto importanti. Della 125 si sa tutto, compreso il prezzo, mentre la 350, in fase di definizione, verrà immessa sul mercato entro l’estate, non appena verrà stabilito quale sarà il partner per la fornitura dei motori e avviata la produzione.