La BMW è come un buon vino, invecchiando migliora, acquisendo valore ed immagine presso gli estimatori ed interessando chi magari prima non lo era.

I dati di vendita sono lì a dimostrarlo, pur con la pesante contrazione di mercato dovuta alla crisi economica, la Casa di Monaco ha guadagnato quote di mercato, piazzando la propria bestseller R1200 GS in cima alla classifica di vendite del segmento moto; il novantesimo compleanno arriva quindi in un momento di particolare fulgore, ed i festeggiamenti sono più che appropriati.

Per celebrare questo importante anniversario, BMW ha presentato un nuovo modello, che strizza l’occhio al passato, pur condensando gli elementi della miglior produzione odierna, la NineT, sfruttando un evidente gioco di parole.

Il motore è l’upgrade più evoluto del conosciuto 1200 di cui è dotata la R1200 R, un boxer capace di erogare la buona potenza di 110 cv, abbinato a quello che dalle parti di Monaco è un marchio di fabbrica, ovvero la trasmissione cardanica. La ciclistica prevede un sistema misto con forcella rovesciata all’avantreno ed il peculiare paralever al posteriore.

Spostando l’attenzione dalla parte meccanica a quella estetico-funzionale spicca su tutto la facoltà per l’acquirente di poter configurare la NineT sia in versione monoposto che biposto, decisione che, inusualmente, implica una sostanziale modifica nella linea di coda del veicolo.

Dove BMW primeggia, ma è ormai quasi un’ovvietà, è nelle rifiniture e nella cura del dettaglio; distillati un pò in ogni parte della moto si possono trovare particolari di grande pregio, con lavorazioni estremamente accurate e precise, nonostante alcune siano effettuate a mano, come la spazzolatura dell’alluminio di parte del serbatoio, la cui capacità, a fruizione dei viaggiatori, è di diciassette litri.

Per conoscere il prezzo di questa NineT bisognerà aspettare EICMA, benchè voci di corridoio parlino di un listino di base attorno ai quindicimila euro, che potrebbero lievitare di molto attingendo alla ricchissima lista di accessori a richiesta.

photo credit: ~FreeBirD®~ via photopin cc