Grande dose di ironia e di allegria per il nuovo prodotto AGV, il “Tartaruga Mugello 2013″; casco in edizione limitata, riprende la livrea utilizzata da Valentino Rossi durante la gara di MotoGP disputatasi al Mugello proprio nel 2013, per “dissacrare” la propria lentezza rispetto a Marquez, Lorenzo e Pedrosa.

Valentino è molto legato a questo animale, tanto che si tratta di uno stilema da sempre utilizzato in modo più o meno visibile dal Dottore di Tavullia.

Il “Tartaruga” si caratterizza per le tinte vivacissime, con tocchi fluo, per il numero 46 sul retro, per i due bulldog di Rossi, Cesare e Cecilia, muniti oltretutto di un guscio poggiato sulle spalle.

Come d’abitudine la realizzazione della veste grafica è stata affidata al “mago” della decorazione caschi Aldo Drudi.

Disponibile da questo mese ad un prezzo di € 899,00, tolto l’aspetto ludico e giocoso, ha caratteristiche molto “serie”  in virtù della classificazione supersport, performante come un casco da gara ma confortevole per uso stradale, ad esempio grazie all’aerazione parzializzabile.

Il “Tartaruga Mugello 2013″ fa parte della linea di caschi “Extreme Standards Helmets”, studiati in funzione del concetto definito “Human Engineering”, che si basa sulla progettazione di ogni singolo elemento partendo dai componenti a diretto contatto con la testa per raggiungere via via la calotta esterna. Lavorando in funzione delle superfici di contatto si ottengono, allo stesso tempo, maggior sicurezza e dimensioni ridotte.

Questo casco è dotato di chiusura a doppia D, di un design che non interferisce con l’uso di tute racing, di spoiler che si stacca in caso di incidente per aumentare la sicurezza passiva, di spessori perimetrali aumentati, di visiera a rimozione facilitata, di rivestimenti interni lavabili e di stratificazione in SSL. Sono disponibili quattro taglie.

Ciliegine sulla torta sono l’attenzione per l’ambiente e il fatto di essere totalmente “Made in Italy”